RICERCA E INNOVAZIONE

CQT per lo sviluppo della tecnologia e delle imprese

RICERCA E INNOVAZIONE

Centro Qualità Tessile collabora in attività di ricerca che hanno l’obiettivo di favorire l’innovazione in tutti i settori civili e industriali che utilizzano prodotti tessili o tecnologie ad essi collegate. Dal 2023 facciamo parte della Rete Alta Tecnologia dell’Emilia-Romagna in qualità di Laboratorio di Ricerca Industriale accreditato dalla regione (riferimento delibera regionale n. 5807 del 17/03/2023), partecipando attualmente a diversi progetti.

Perché scegliere Centro Qualità Tessile per la ricerca?

L’ accreditamento della Rete Alta Tecnologia garantisce la professionalità delle strutture che vi aderiscono, riconoscendone la capacità di condurre ricerche industriali d’eccellenza. Infatti gli organismi accreditati dalla regione Emilia-Romagna offrono competenze e strutture di alto livello, che permettono di rispondere con successo alle esigenze dei committenti pubblici e privati.

Vuoi richiedere la nostra collaborazione?

Contattaci per sottoporci il tuo progetto di ricerca!

I NOSTRI PROGETTI DI RICERCA

Progetto "Water Retting 4.0"

Sviluppo e sperimentazione di un bioreattore industriale per l’estrazione della fibra di canapa e la produzione sostenibile di tessuti e materiali per l’edilizia.

Approvato a valere sul PR FESR 2021-2027 (Programma Regionale del Fondo Europeo di Sviluppo Regionale) – Azione 1.1.2: “Bando per progetti di ricerca industriale strategica rivolti agli ambiti prioritari della strategia di specializzazione intelligente”.
Approvazione DGR 2097/2022 e SS.MM.

Progetto "Ri-Uso"

Metodi di eco-design e tool per la gestione e la fruibilità dei dati del Passaporto Digitale di Prodotto a supporto della circolarità certificabile delle piccole e medie imprese del fashion, anche attraverso centri di servizio.

Approvato a valere sul PR FESR 2021-2027 (Programma Regionale del Fondo Europeo di Sviluppo Regionale) – Azione 1.1.2: “Bando per progetti di ricerca industriale strategica rivolti agli ambiti prioritari della strategia di specializzazione intelligente”.
Approvazione DGR 2097/2022 e SS.MM.

Progetto "Linea A"

Integrazione dei progetti di ricerca dell’ecosistema regionale dell’innovazione con i programmi a gestione diretta della Commissione Europea e per attività di cooperazione alla ricerca (SMEs recommendations about circular solutions for textile value chains based on Extended Producer Responsibility).

Il progetto si pone l’obiettivo di fornire raccomandazioni che tengano conto prevalentemente delle esigenze delle piccole e medie imprese in merito a modalità di attuazione della Responsabilità Estesa del Produttore (EPR) e in particolare in merito a:

  • Modalità per l’identificazione della composizione dei materiale tessili e per la progettazione del riciclaggio.
  • Interventi che gli enti pubblici possono sviluppare a supporto della circolarità della filiera della moda favorendo (o quantomeno non penalizzando) il ruolo delle piccole e medie imprese.

Progetto "Linea B"

Accordi di cooperazione per attività di ricerca finalizzate a supportare le piccole e medie imprese della filiera della moda nella transizione verso l’economia circolare.

Lo studio si pone l’obiettivo di supportare la transizione delle PMI del settore fashion della Regione Emilia-Romagna verso l’economia circolare, ideando appropriate modalità di attuazione della Responsabilità Estesa del Produttore (EPR) e del Passaporto Digitale di Prodotto (DPP) attraverso:

  • Il trasferimento alle imprese locali dei risultati di alcuni progetti europei considerati strategici per questi ambiti.
  • L’individuazione di linee di intervento prioritarie al fine di formulare nuovi progetti di ricerca e/o innovazione da candidare a programmi di finanziamento europei.
  • La condivisione delle raccomandazioni che emergono da importanti progetti europei.

Progetto "Water Retting 4.0"

Sviluppo e sperimentazione di un bioreattore industriale per l’estrazione della fibra di canapa e la produzione sostenibile di tessuti e materiali per l’edilizia.

Approvato a valere sul PR FESR 2021-2027 (Programma Regionale del Fondo Europeo di Sviluppo Regionale) – Azione 1.1.2: “Bando per progetti di ricerca industriale strategica rivolti agli ambiti prioritari della strategia di specializzazione intelligente”.
Approvazione DGR 2097/2022 e SS.MM.

Progetto "Ri-Uso"

Metodi di eco-design e tool per la gestione e la fruibilità dei dati del Passaporto Digitale di Prodotto a supporto della circolarità certificabile delle piccole e medie imprese del fashion, anche attraverso centri di servizio.

Approvato a valere sul PR FESR 2021-2027 (Programma Regionale del Fondo Europeo di Sviluppo Regionale) – Azione 1.1.2: “Bando per progetti di ricerca industriale strategica rivolti agli ambiti prioritari della strategia di specializzazione intelligente”.
Approvazione DGR 2097/2022 e SS.MM.

Progetto "Linea A"

Integrazione dei progetti di ricerca dell’ecosistema regionale dell’innovazione con i programmi a gestione diretta della Commissione Europea e per attività di cooperazione alla ricerca (SMEs recommendations about circular solutions for textile value chains based on Extended Producer Responsibility).

Il progetto si pone l’obiettivo di fornire raccomandazioni che tengano conto prevalentemente delle esigenze delle piccole e medie imprese in merito a modalità di attuazione della Responsabilità Estesa del Produttore (EPR) e in particolare in merito a:

  • Modalità per l’identificazione della composizione dei materiale tessili e per la progettazione del riciclaggio.
  • Interventi che gli enti pubblici possono sviluppare a supporto della circolarità della filiera della moda favorendo (o quantomeno non penalizzando) il ruolo delle piccole e medie imprese.

Progetto "Linea B"

Accordi di cooperazione per attività di ricerca finalizzate a supportare le piccole e medie imprese della filiera della moda nella transizione verso l’economia circolare.

Lo studio si pone l’obiettivo di supportare la transizione delle PMI del settore fashion della Regione Emilia-Romagna verso l’economia circolare, ideando appropriate modalità di attuazione della Responsabilità Estesa del Produttore (EPR) e del Passaporto Digitale di Prodotto (DPP) attraverso:

  • Il trasferimento alle imprese locali dei risultati di alcuni progetti europei considerati strategici per questi ambiti.
  • L’individuazione di linee di intervento prioritarie al fine di formulare nuovi progetti di ricerca e/o innovazione da candidare a programmi di finanziamento europei.
  • La condivisione delle raccomandazioni che emergono da importanti progetti europei.

COS'È LA RETE ALTA TECNOLOGIA DELL'EMILIA ROMAGNA

La Rete Alta Tecnologia dell’Emilia-Romagna nasce per rafforzare la collaborazione tra il mondo della ricerca e quello della produzione, con l’obiettivo di favorire lo sviluppo di sistemi, distretti e filiere.

La rete raggruppa organizzazioni sia pubbliche che private: tecnopoli, università, centri per l’innovazione e laboratori di ricerca industriale, con lo scopo di fornire competenze e risorse per lo sviluppo delle imprese tramite il trasferimento tecnologico dei risultati ottenuti. Il coordinamento operativo delle attività e dei progetti è affidato ad ART-ER.

L’accreditamento delle strutture è lo strumento con il quale la regione Emilia-Romagna certifica e qualifica l’appartenenza alla Rete Alta Tecnologia, valorizzandone l’attitudine a rispondere in modo professionale ed efficace alle esigenze dei vari committenti che necessitano di supporto per la ricerca e l’innovazione.

Rete Alta Tecnologia dell'Emilia Romagna
ART-ER Attrattività, Ricerca, Territorio

CONTATTACI

Per proporci una collaborazione per un progetto di ricerca, richiedere un preventivo o ricevere informazioni, utilizza questo modulo di contatto.

I campi contrassegnati da un asterisco (*) sono obbligatori.

Leggi la nostra informativa sulla privacy

14 + 11 =